back 03/12/2013

COWSHED

Forse non tutti sanno che le mucche della Valsugana e del Lagorai non producono solo latte, ma regalano anche salute.

Grazie infatti alla quota destinata alla beneficenza del progetto “adotta una mucca 2010” di 4.290 euro (pari ad un importo di 10 euro per adozione per un totale di 429 adozioni), l’Ospedale di Trento ha potuto procedere all’acquisto di attrezzature sanitarie destinate ai suoi piccolissimi pazienti. Si tratta in particolare di 3 lampade da ispezione che sono state installate su incubatrici dell’Unità Operativa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale, ovvero le prime acquistate per dotare le postazioni neonatali di una fonte luminosa utilizzabile tipo “campo operatorio” oppure come luce diretta per lo svolgimento dell’attività di cura e di assistenza sui piccolissimi ospiti del Centro.

Con il progetto “adotta una mucca” si sostiene quindi il lavoro dei malghesi, ma si può evidentemente dare anche un importante contributo ad un’iniziativa di solidarietà dedicata ai bambini. Nato 8 anni fa per far conoscere e valorizzare l’attività delle malghe della Valsugana e del Lagorai, il progetto “adotta una mucca” permette di scoprire la vita di montagna e l’antica tradizione casearia di alta quota, nonché assaporare i prodotti di malga direttamente sul posto dove vengono realizzati. Per l’adozione è prevista una quota di 60 euro, di questi 10 euro vanno in beneficenza per progetti dedicati ai bambini mentre i restanti 50 euro vengono destinati alla malga per il mantenimento della mucca. Con l’adozione si ha quindi diritto di ricevere prodotti caseari pari a 50 euro… l’unica condizione? Andare trovare la mucca di persona! Si potrà pertanto scegliere tra formaggi freschi e stagionati, gustosissime ricotte, burro, tosella e latte fresco per portare a casa i sapori e i profumi della montagna trentina.

Per scegliere la mucca giusta è disponibile il nuovo catalogo “adotta una mucca 2013” a cui partecipano 13 malghe per un totale di 130 mucche, tra le quali individuare quella più simpatica, spiritosa o dal nome più curioso; la versione online può essere sfogliata al link www.visitvalsugana.it/adottaunamucca Una volta completata l’adozione si riceverà la carta d’identità della mucca prescelta come attestato per riconoscerla sui pascoli quando le si andrà a fare visita.

Con l’iniziativa “adotta una mucca 2012” sono state raccolte complessivamente 471 adozioni e la quota di solidarietà di 4.710 euro donata all’AIL Trentino. Per l’edizione 2013 è stato deciso di devolvere la quota destinata alla solidarietà alla Fondazione Unico 1 Onlus, sostenuta anche da sportivi come Roberto Baggio, Gilberto Simoni e Kristian Ghedina, e che si occupa di far incontrare bambini malati e non a questi personaggi in modo da regalare loro un sorriso per poter affrontare con più forza la malattia e la vita di tutti i giorni. www.unico1.it

Infine anche Antonella Clerici, conduttrice del programma “La Prova del Cuoco” a cui ha partecipato lo chef Riccardo Bosco del Ristorante Boivin di Levico Terme, ha adottato la sua mucca: Margherita della malga Scura sull’Altopiano della Marcesina, che da poco ha partorito la sua piccola Viola.

Info

Ilaria Sordo

Tel. 0461 727731

adottaunamucca@visitvalsugana.it

Per ulteriori informazioni: www.visitvalsugana.it/adottaunamucca

completa tutti i dati richiesti

prenota